Fondo Nuove Competenze: un'opportunità che ripartirà a breve

Fondo Nuove Competenze: un'opportunità che ripartirà a breve

Il Fondo nuove competenze è uno strumento creato a sostegno delle aziende e dei lavoratori a seguito della pandemia, che mira allo sviluppo e al rinnovo delle competenze professionali per agevolare una graduale ripresa dell’attività.

Grazie ai finanziamenti dello Stato e del Fondo Sociale Europeo-Pon Spao (Programma operativo nazionale Sistemi di politiche attive per l'occupazione), gestito da Anpal (Agenzia nazionale politiche attive del lavoro), si promuove il miglioramento della qualità delle risorse umane; il rimborso riguarda gli oneri, inclusi i contributi previdenziali e assistenziali, delle ore di lavoro in riduzione destinate alla frequenza di corsi rivolti alla formazione e allo sviluppo delle competenze del valore umano impiegato per il soddisfacimento dei fabbisogni emergenti delle imprese.

Il Fondo nuove competenze si rivolge alle aziende private che abbiano stipulato entro il 30 Giugno 2021 (termine prorogato, in quanto prima fissato al 31 Dicembre 2020) un accordo collettivo di rimodulazione dell’orario di lavoro per mutate esigenze organizzative e produttive ai sensi del Decreto Legge “rilancio”, Art. 88, comma 1 del D. L. n. 34/2020 con le successive modifiche e integrazioni ai sensi dell’art. 4 del D. L. n. 104/2020.

Gli accordi collettivi devono includere informazioni dettagliate come il numero dei dipendenti coinvolti e il numero di ore da destinare ai corsi che prevedono la formazione (il limite massimo delle ore per lavoratore è di 250), nonché la dimostrazione del possesso dei requisiti tecnici, fisici e professionali per lo svolgimento dello stesso progetto formativo.

È possibile inoltrare l’istanza attraverso la modulistica messa a disposizione dal portale di Anpal (www.anpal.gov.it) tramite PEC o applicativo con SPID.

L’Allegato 1 è il modulo da compilare per l’istanza (1a in caso di istanza singola e 1b in caso di istanza cumulativa) e sullo stesso va anche specificato:
  • il numero dei lavoratori interessati dai percorsi di sviluppo delle competenze;
  • il numero delle ore di riduzione di orario di lavoro da destinare ai percorsi di sviluppo delle competenze;
  • il costo orario del lavoro, distinto per quota di retribuzione e quota di contribuzione.
L’istanza deve essere corredata di alcuni allegati come:
  • l’accordo collettivo;
  • il progetto formativo con le caratteristiche previste dall’art. 5 del Decreto di attuazione;
  • l’elenco dei lavoratori coinvolti, con l’indicazione per ognuno di questi del livello contrattuale e del numero di ore di riduzione dell’orario di lavoro secondo lo schema previsto dall’Allegato 2 dell’Avviso;
  • la delega scritta corredata da documento di identità del delegante ai sensi di quanti previsto dall’art. 38, comma 3 bis del DPR n. 445/2000 (nel caso in cui l’istanza sia presentata da soggetto delegato del rappresentante legale).


Una volta che la documentazione inoltrata viene controllata e Anpal dà esito positivo alla pratica, si hanno 90 giorni di tempo per adempiere allo svolgimento dell’attività formativa.

L’erogazione del contributo avviene tramite INPS in due tranche: una di acconto al 70% e una a saldo a seguito di presentazione della domanda di saldo attraverso i moduli predisposti (Allegato 3) entro 40 giorni dal termine del percorso di sviluppo delle competenze.

La formazione finanziata può essere organizzata anche internamente e nessun anticipo di risorse è richiesto, a differenza delle procedure previste dalle altre forme di formazione finanziata.

A Maggio 2021 i primi fondi destinati sono stati esauriti, ma l’Anpal, con comunicazione del 16 Settembre 2021, ha annunciato  che, a seguito di controlli sulle istanze presentate e grazie a domande nulle, rinunce o minori rendicontazioni, si sono rese disponibili risorse per altre 700 aziende che hanno presentato richiesta entro il 25 Maggio 2021. Grazie al rifinanziamento europeo previsto inoltre per il 2022 sarà possibile aderire ancora alla proposta. Trattandosi di un bando a sportello ad esaurimento fondi si suggerisce di avere a disposizione il pacchetto documentale richiesto per non farsi trovare impreparati.

INVESTIRE NELLA RIQUALIFICAZIONE PROFESSIONALE

Sikuro Group e il suo partner Consorzio Formaitalia danno un valido aiuto alle aziende che hanno deciso di investire nello sviluppo competenze e riqualificazione professionale del proprio personale. Le agevolazioni previste dal Fondo nuove competenze sono cumulabili con quelle previste dai Fondi Interprofessionali, per permettere un percorso formativo completamente gratuito alle aziende. Per un’impresa che desidera ad esempio coinvolgere 10 dipendenti nel piano formativo, il cui costo del lavoro medio ammonta a 15 euro/ora, è possibile ottenere un rimborso di circa 37.500 euro.

Sikuro Group e il Consorzio Formaitalia hanno la competenza progettuale per guidare le aziende che intendono consolidare le competenze dei propri lavoratori dipendenti integrando le fonti finanziarie differenti messe a disposizione dai Fondi, rendendo gratuita questa grande possibilità di crescita intellettuale.

Il supporto di un partner qualificato che faccia da guida per il raggiungimento di importanti obiettivi di crescita professionale è un vantaggio da prendere seriamente in considerazione. I corsi che possono rientrare nella formazione sono sia quelli obbligatori in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, first aim di Sikuro, sia quelli specializzati in processi interni, dalla comunicazione, alla gestione, al marketing.

I FONDI INTERPROFESSIONALI

Ogni settore economico, attraverso le proprie associazioni di categoria, ha istituito dei Fondi Paritetici Interprofessionali nazionali; si tratta di organizzazioni associative che hanno lo scopo di gestire ed erogare i fondi dedicati alla formazione dei lavoratori.

L’accantonamento dei fondi avviene solitamente tramite un contributo obbligatorio trattenuto dall’INPS.

Un partner dedicato come Sikuro Group e il Consorzio Formaitalia sollevano le imprese da oneri amministrativi, burocratici e organizzativi, proponendo offerte formative di alto livello, innovative ed efficaci, preparandole alla grande opportunità dell’accesso al Fondo nuove competenze 2022 e ai fondi interprofessionali.

Affidarsi a professionisti può dare la possibilità alle aziende di rinnovare le competenze professionali, conferendo il giusto valore alle risorse umane che fanno parte del team, aumentando di conseguenza la competitività.

SE VUOI RICEVERE MAGGIORI INFORMAZIONI COMPILA IL FORM QUI SOTTO: ti contatteremo presto per fornirti tutte le informazioni di cui hai bisogno.