La responsabilità sulla Sicurezza sul Lavoro: come essere in regola ed evitare sanzioni

La responsabilità sulla Sicurezza sul Lavoro: come essere in regola ed evitare sanzioni

La violazione del Testo Unico in materia di sicurezza e salute sui posti di lavoro comporta responsabilità civili, amministrative e penali.

La responsabilità si dice soggettiva quando il soggetto risponde delle azioni commesse da lui direttamente; si dice oggettiva quando invece risponde anche delle azioni commesse da terzi dipendentemente dal ruolo ricoperto in azienda.
 
Le responsabilità sono fondamentalmente di tre tipi:
 
  • Responsabilità penale
La responsabilità penale è sempre soggettiva. Quando si configurano  reati gravi come l’omicidio colposo o le lesioni personali colpose, sono previste pene pecuniarie, accessorie o detentive. Nel caso di responsabilità penale essa può essere estesa anche alle persone giuridiche, società e associazioni.
 
  • Responsabilità civile
La responsabilità civile, a differenza di quella penale, può essere sia soggettiva che oggettiva e può riguardare sia il soggetto fisico che giuridico prevedendo il risarcimento del danno e delle eventuali spese istruttorie.
 
  • Responsabilità amministrativa
Può riguardare sia i soggetti fisici che gli enti e prevede una sanzione amministrativa pecuniaria.
 
 
Tutte le figure lavorative coinvolte nella sicurezza sul posto di lavoro: se non rispettano le normative del Testo Unico, rischiano sanzioni amministrative pecuniarie o conseguenze ancor più gravi in ambito civile e penale.
 
Nel 2009 sono state introdotte con D.Lgs 106/09 le disposizioni integrative e correttive del D.Lgs. 81/08, modificando il Testo Unico in modo incisivo, dando luogo a tutti gli effetti ad un Nuovo Testo Unico in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro.
 
A seconda del ruolo che ricoprono i soggetti coinvolti nella sicurezza, le responsabilità e le relative sanzioni previste in caso di inadempienza sono diverse.
Non solo il Datore di Lavoro quindi è passibile di sanzioni, ma anche il Dirigente, il Coordinatore, i preposti, gli installatori, il medico e il lavoratore stesso possono rischiare un’ammenda o l’arresto in caso di contravvenzione al Decreto Lgs.81/08.
 
L’integrazione del D.Lgs. 81/08 ha di fatto esteso le responsabilità pur alleviando leggermente le sanzioni in alcuni casi.
Le pene previste per le violazioni sono state rimodulate e possono riguardare contravvenzioni come:
 
  • la mancata o incompleta elaborazione da parte del Datore di Lavoro del DVR (Documento di Valutazione dei Rischi) o l’omessa designazione del RSPP (Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione) o, nel caso avesse intenzione di svolgere direttamente il ruolo, la mancata frequenza dei corsi di formazione per un minimo di 16 e un massimo di 48 ore;
  • la mancata indicazione delle misure preventive e di protezione attuate o i DPI utilizzati, etc;
  • la mancata verifica dell’idoneità tecnico-professionale delle società appaltatrici o dei lavoratori autonomi da parte dei Dirigenti o i Datori di Lavoro;
  • la mancata valutazione delle condizioni di salute e le capacità professionali dei lavoratori prima dell’assegnazione delle mansione;
  • la mancata nomina del medico competente o il non aver provveduto alla visita medica del lavoratore entro i termini previsti.
 
Come menzionato anche i lavoratori hanno delle responsabilità, riguardanti più che altro l’applicazione generale delle regole legate alla sicurezza e alla salvaguardia dell’integrità fisica e al corretto utilizzo degli strumenti preventivi messi a disposizione dal Datore di Lavoro. Pur essendo previste sanzioni amministrative pecuniarie anche per queste figure, è prassi procedere prima ad un richiamo ufficiale o ad una segnalazione, sempre che la cattiva condotta non inneschi conseguenze gravi come infortuni o incidenti tali da dover procedere con una istruttoria sanzionatoria.
 
Safety Job, grazie al suo software in Cloud Sikuro Cantieri e alle sue App correlate, assicura un controllo a 360 gradi su tutta la gestione del cantiere riducendo al minimo gli errori e quindi la possibilità di incorrere in sanzioni. Semplifica l’archiviazione della documentazione e la rende sempre fruibile e conforme, tutto ciò aumenta notevolmente la qualità nella comunicazione interaziendale.
 
Con Sikuro il cantiere sarà più smart e in regola; la sicurezza e l’integrità della salute dei lavoratori saranno garantite grazie all’innovazione di questo utilissimo strumento digitale che ha come obiettivo primario la prevenzione di ogni tipo di criticità.

SE VUOI RICEVERE MAGGIORI INFORMAZIONI COMPILA IL FORM QUI SOTTO: ti contatteremo presto per fornirti tutte le informazioni di cui hai bisogno.