Superbonus e sicurezza nei cantieri

Superbonus e sicurezza nei cantieri

Le attività edilizie si sono intensificate notevolmente negli ultimi mesi, ciò è dovuto soprattutto alle misure di incentivi fiscali per gli interventi di recupero edilizio, come il superbonus.

L’attenzione al rispetto degli adempimenti in materia di tutela della salute e della sicurezza, che non dovrebbe mai passare in secondo piano, è quindi ancora più alta da parte di tutti i soggetti coinvolti nell’attività di cantiere.

L’Ispettorato Nazionale del Lavoro, con la nota n. 1231/2022 del 23 febbraio 2022, informa alle sedi territoriali, al Comando Carabinieri tutela Lavoro, all’INPS e all’INAIL del proseguimento della campagna straordinaria di vigilanza in edilizia avviata già dallo scorso anno, indicando i cantieri edili oggetto del bonus facciate, ristrutturazione e superbonus, quali destinatari delle ispezioni programmate.

I controlli ispettivi sono destinati particolarmente verso le aziende costituite da poco o riattivate a ridosso del periodo di vigenza dei bonus fiscali.

La sicurezza nell’edilizia è più complessa rispetto che negli altri settori, anche a causa dell’implicazione di diversi soggetti nei lavori, dalla quale ne consegue una maggiore suddivisione delle responsabilità, e dal continuo cambiamento dei luoghi di lavoro, essendo il cantiere in continua evoluzione.

Le irregolarità più riscontrate nel settore hanno coinvolto la mancata formazione del personale, la mancata elaborazione del DVR e del POS, la mancanza di protezioni da caduta, per questo è stato deciso di porre attenzione soprattutto a questi aspetti, oltre che agli adempimenti che riguardano l’uso dei ponteggi.

Il CNI (Consiglio Nazionale degli Ingegneri) e l’ANCE (Associazione Nazionale Costruttori Edili) hanno recentemente rinnovato un protocollo d’intesa, attraverso un documento condiviso che rafforza un patto collaborativo al fine di supportare le imprese, i professionisti e i committenti nell’applicazione delle norme in materia di sicurezza nei cantieri che beneficiano di agevolazioni fiscali (“SICUREZZA NEI CANTIERI CHE BENEFICIANO DI AGEVOLAZIONI FISCALI”).

Il documento in questione fa alcune precisazioni, come ad esempio che il Committente coinvolto in un appalto oggetto del documento è il proprietario dell’immobile o il condominio rappresentato dall’amministratore o da un delegato; non è obbligatorio nominare il Responsabile dei Lavori. Nel caso fosse nominato, il committente risponderà delle responsabilità connesse all’adempimento degli obblighi escludendo gli obblighi conferiti al RL. Il RL non deve possedere dei requisiti particolari, ma ha delle responsabilità penali.

Nell’ambito edile i protocolli devono essere rispettati alla lettera, non bisogna lasciare nulla al caso e i lavori devono essere effettuati con le massime garanzie. Il superbonus infatti può essere negato nel caso di violazioni delle normative sulla sicurezza, come specificato dall’art. 4 del DM 41/98:

“La detrazione non è riconosciuta in caso di violazione delle norme in materia della tutela della salute e della sicurezza sul luogo di lavoro e nei cantieri, nonché di obbligazioni contributive accertate dagli organi competenti e comunicate alla direzione generale delle entrate territorialmente competente.”

Safety JOB attraverso Sikuro, la piattaforma digitale integrata costituita da software e applicazioni innovative, è in grado di semplificare il lavoro delle imprese dotandole di strumenti tecnologicamente avanzati per aumentare il livello di sicurezza e garantire il rispetto degli adempimenti in materia.

Il tuo bonus con noi è al SIKURO.

 


SE VUOI RICEVERE MAGGIORI INFORMAZIONI COMPILA IL FORM QUI SOTTO: ti contatteremo presto per fornirti tutte le informazioni di cui hai bisogno.